Campagna Tesseramento 2024
arianna formazione
Coronavirus
Servizi in rete per te

Calcio scommesse: accendiamo un faro sull’illegale!

cop 39 2023Se c’è qualcosa che lo scandalo del calcio scommesse delle ultime settimane ha messo in luce è senz’altro una: non si può abbassare la guardia. Il gioco illegale, infatti, è sempre dietro l’angolo.

Ma andando un po’ oltre, possiamo fare anche altre considerazioni. Una, ad esempio, è che abbiamo passato gli ultimi dieci anni in una realtà quasi distopica in cui i giornali e la politica (o almeno parte di loro) parlavano sommariamente di gioco d’azzardo, lasciando intendere, in maniera neanche troppo velata, una tremenda e ingiustificata confusione tra il concetto di gioco in generale e il gioco illegale. Come se il gioco pubblico e il gioco illegale fossero in fondo la stessa cosa, sempre e comunque.

L’anatomia di questo scandalo, invece, ci racconta altro: ci parla di calciatori che, a quanto pare, erano incastrati nelle maglie della dipendenza e facevano uso di portali di gioco non autorizzati e quindi illegali, per effettuare scommesse.

Ora, badiamo bene: la questione «portali di gioco illegali» è di centrale importanza. Già, perché tra un sito di gioco legale e uno illegale c’è una differenza enorme. E la differenza è data anche dalla tutela dei propri fruitori anche in relazione ai disturbi da gioco d’azzardo patologico, oltreché della trasparenza del servizio, del riversamento dei proventi all’Erario e via dicendo...

E se oggi, per non ripetermi, decido di non soffermarmi affatto sulla maggiore sicurezza che la rete terrestre garantisce ai giocatori rispetto all’universo on line (sfido chiunque a sostenere che l’italiano medio sia sempre in grado di riconoscere un sito legale da uno illegale), una cosa la voglio evidenziare: negli anni scorsi è stato acceso un faro sul gioco in quanto tale, ma è stato spento quello sull’illegale.

Oggi è necessario fare il contrario: spegnere il faro sul gioco in sé e accenderne uno direttamente sull’illegale.

Basta con la demonizzazione di un intero settore.

Non bisogna combattere il gioco legale, si combatta invece il gioco clandestino.

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                 Mario Antonelli

La Voce del Tabaccaio

VDT numero 18 dell' anno 2024

Numero 18 dell'anno 2024

vedia altri numeri

Chi Siamo

La Federazione

Il gruppo FIT

x