Campagna Tesseramento 2024
arianna formazione
Coronavirus
Servizi in rete per te

Non solo aiuti ma soluzioni assicurative

cop 27 2023Voglio tornare nuovamente sull’incontro che ho avuto, in occasione del T2000 in Tour di Roma, con i tanti tabaccai dell’Emilia Romagna colpiti dalle pesanti alluvioni di maggio.

Vedere queste persone mi ha riportato indietro a momenti tragici che non scorderò mai: il terremoto de l’Aquila, per me che appartengo a quelle terre, resterà per sempre inciso indelebilmente nella mia memoria.

Non voglio sottolinearvi ancora una volta quanto fatto da FIT ed Ecomap per i nostri colleghi in queste circostanze, mi sono già espresso al riguardo. La loro unione d’azione e di intenti è per la nostra categoria una grande forza. Alla prossima calamità, FIT ed Ecomap ci saranno sicuramente, come sempre.

Ma per quanto i loro sforzi siano notevoli ed encomiabili e rappresentino per noi un grande aiuto, non sono la soluzione. Se ne cerchiamo una e dobbiamo farlo, guardiamo a quanto ci propone Ecomap con polizze assicurative mirate.

Lungi da me fare i conti in tasca a nessuno e non considerare i sacrifici che tanti di noi quotidianamente fanno, ma pensare di risparmiare un centinaio di euro l’anno su una polizza «catastrofali» che Ecomap ha costruito per noi e che può salvarci dalla rovina è una visione davvero miope. E purtroppo, neanche conveniente.

Non stupisco nessuno se dico che siamo un popolo di sottoassicurati. Non si riduce quindi tutto a un semplice discorso economico, è forse proprio nella nostra cultura distogliere lo sguardo dai possibili problemi futuri e confidare che vada tutto sempre per il meglio. Potrei farvi l’esempio della pensione e dei fondi previdenziali che è emblematico sul nostro modo di pensare, ma resto sul caso specifico.

Vediamo tutti quanto incidono i cambiamenti climatici sul nostro territorio ma chiudiamo gli occhi davanti ai possibili rischi. Eppure la cronaca ci racconta sempre più spesso di eventi naturali che si tramutano in drammatiche fatalità. Si susseguono con una rapidità ed una costanza che mette i brividi, basta contare quanti ne sono accaduti negli ultimi anni.

È allora ancora corretto usare il termine fatalità?

Ed è per questo che vi rivolgo il mio invito. C’è un proverbio inglese che dice «spera per il meglio ma preparati al peggio». Essere previdenti e lungimiranti richiede uno sforzo in più. Come tutto nella vita. Solo la stupidità è gratis, ma spesso lascia conti salatissimi.

Fatelo questo piccolo sforzo amici, siate previdenti e assicuratevi. Ve lo dico per esperienza...

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                          Mario Antonelli

La Voce del Tabaccaio

VDT numero 8 dell' anno 2024

Numero 8 dell'anno 2024

vedia altri numeri

Chi Siamo

La Federazione

Il gruppo FIT

x