Campagna Tesseramento 2024
arianna formazione
Coronavirus
Servizi in rete per te

A Natale con un mercato più... legale!

cop 45 2022È stato presentato a Roma il primo Rapporto sul commercio illecito nel settore tabacco ed e-cig realizzato da Eurispes e frutto del lavoro svolto dal tavolo M.A.C.I.S.T.E. (acronimo per: Monitoraggio Agromafie Contrasto Illecito Settore Tabacchi ed E-cig. NdR) coordinato dalla Fondazione Osservatorio Agromafie che fa capo a Coldiretti.

Vi partecipano esponenti delle Forze dell’Ordine, dell’Agenzia delle Accise, Dogane e dei Monopoli, della Direzione Investigativa e della Direzione Distrettuale Antimafia, esperti del settore e i componenti del Comitato scientifico della Fondazione stessa.

Il rapporto restituisce un’immagine del nostro Paese davvero molto positiva. Siamo tra i primissimi della classe, in Europa, nel contrasto al mercato illegale dei prodotti del tabacco e dei prodotti di nuova generazione, con una percentuale di illecito del 2,2% a fronte di una media europea dell’8,1% e picchi vertiginosi a due cifre di alcuni Paesi, come la Francia, che ha raggiunto il 29,4%.

Quest’ultimo dato relativo ai nostri cugini transalpini merita una riflessione.

Le politiche antitabagismo del Governo parigino, basate in prevalenza su un fortissimo aumento della pressione fiscale per i prodotti del tabacco con prezzi sopra i 10 euro a pacchetto, hanno dimostrato che, senza il buonsenso e valutazioni approfondite, spesso il rimedio è peggiore del male.

Il numero di fumatori in Francia tra il 2017 ed il 2020 è calato solo dell’1,4% mentre il fenomeno del mercato illegale è cresciuto in maniera incontrollata, causando grossi danni all’Erario ed agli operatori del mercato lecito, inclusi i tabaccai.

Al contrario, in Italia una politica fiscale equilibrata, la preziosa attività di vigilanza e controllo delle Forze dell’Ordine e dell’ADM, che hanno elaborato una strategia di intelligence ormai riconosciuta come modello virtuoso in tutta Europa e le filiere produttive e distributive, all’ingrosso e al dettaglio, ben strutturate e trasparenti, operanti con regole certe e rigorose, sostanzialmente impermeabili ai fenomeni di infiltrazioni criminali, compongono gli ingredienti di una buona ricetta per contrastare efficacemente contrabbando e contraffazione.

Questa ricetta credo debba essere non solo condivisa con Istituzioni ed opinione pubblica ma messa al più presto sotto l’albero di Natale della Commissione europea, soprattutto in vista della revisione della Direttiva sulle accise dei prodotti del tabacco e dei prodotti assimilati...

Il mio augurio per le imminenti festività natalizie è quindi quello di riscoprire, in Italia e in tutta Europa, il valore incalcolabile del nostro sistema, costruito con intelligenza e metodo, sia da un punto di vista fiscale che regolamentare, per affrontare le sfide di un mercato illegale sempre più aggressivo, che sfrutta tutte le potenzialità offerte dalla tecnologia e dalle reti internet.

A tutte le colleghe e colleghi, invece, auguro di cuore di trascorrere giornate di festa nella gioia e nel calore delle proprie famiglie e di salutare il nuovo anno con la certezza che gli sforzi per difendere e promuovere la nostra rete di tabaccherie come patrimonio del mercato legale saranno sempre al primo posto di ogni nostra azione sindacale.

Mario Antonelli

La Voce del Tabaccaio

VDT numero 8 dell' anno 2024

Numero 8 dell'anno 2024

vedia altri numeri

Chi Siamo

La Federazione

Il gruppo FIT

x