Estrazione Tesseramento 2024
arianna formazione
Coronavirus
Servizi in rete per te

La nostra voce anche a Bruxelles

cop 34 2022Il 17 settembre scorso, l’Assemblea Generale della Confederazione Europea dei Dettaglianti del Tabacco ha votato all’unanimità la mia nomina a Segretario Generale.

Inutile nascondere la mia gioia per la fiducia che mi hanno riservato le colleghe e i colleghi europei e la mia profonda emozione per questa carica di grande responsabilità al fianco del Presidente ed amico Peter Schweinschwaller.

Emozionato, sì, ma non preoccupato. Tutt’altro!

Come già accade in Italia, anche in Europa lavorerò con una squadra affiatata, nel Comitato Esecutivo Confederale, composta da persone appassionate del proprio lavoro e dedite con il massimo impegno alla tutela della categoria cui tutti ci onoriamo di appartenere.

Ci aspettano mesi molto faticosi e complessi, lo sappiamo bene. La crisi economica, l’inflazione, l’aumento dei costi e degli oneri, l’avvio delle nuove proposte di direttive sulle accise e sul tabacco e nuovi prodotti, impongono di rimboccarci le maniche e lavorare sodo, per il bene di tutti, per il nostro futuro e per quello delle nostre famiglie.

Perciò il mio compito, fuori dai confini nazionali, sarà quello di favorire il dialogo permanente della CEDT con tutte le Istituzioni europee e con tutti gli europarlamentari, per evitare quelle derive demagogiche che, nel recente passato, hanno arrecato parecchi danni a tutta la filiera e che, troppo spesso, sono frutto di scarsa conoscenza del nostro settore, della nostra identità peculiare e del nostro ruolo di presidio di legalità e tutela della salute.

Per raggiungere lo scopo è necessario allora farci conoscere un po’ di più dal mondo politico-istituzionale europeo, è necessario esserci, sempre e dovunque. Nei forum, nei dibattiti, nelle consultazioni, nelle stanze delle direzioni generali della Commissione europea, in ogni occasione in cui la nostra voce può essere ascoltata, perché è la voce di oltre 130mila piccole imprese familiari al servizio della collettività e delle Istituzioni, che conosce il mercato e i consumatori. E di certo sarà una bella voce baritonale, fiera e con un timbro marcato, tale da essere sentita anche a Roma, dal nuovo Parlamento e dal nuovo Governo, ai quali chiederemo di starci accanto in questa nostra difesa europea di un modello distributivo che, ben lungi dall’essere un problema, può essere parte della soluzione, per contenere la propensione al tabagismo, tutelare i minori, preservare il mercato legale ed arginare tutti i fenomeni elusivi, sia per i prodotti del tabacco che per quelli alternativi al fumo tradizionale.

La strada intrapresa è quella giusta sebbene, a mio avviso, sia opportuno allargare il campo d’azione anche al gioco legale che interessa tanti tabaccai europei.

Intanto, per il tabacco e affini, abbiamo iniziato con il Forum alla Fiera Intertabac (di cui vi racconteremo nei prossimi numeri), proseguiremo ora con consultazioni mirate ed audizioni di carattere istituzionale.

Da buon appassionato del ciclismo, sono pronto a pedalare mentre mi schiarisco la voce...

Mario Antonelli

La Voce del Tabaccaio

VDT numero 14 dell' anno 2024

Numero 14 dell'anno 2024

vedia altri numeri

Chi Siamo

La Federazione

Il gruppo FIT

x