Campagna Tesseramento 2024
arianna formazione
Coronavirus
Servizi in rete per te

Decreto «Liberalizzazioni»: ma non era vietato?

 

La prossima settimana inizia al Senato il cammino del decreto «Liberalizzazioni». Molti sostengono che non sarà un cammino facile.

Ne siamo certi, anche perché crediamo che il Governo Monti abbia affrontato il tema più con una, pur comprensibile, finalità sensazionalistica per ridare fiducia ai mercati finanziari, che per centrare realmente l’obiettivo di liberalizzare tutto e tutti.

Su alcuni temi, al di là dei titoli, sembra infatti più un Decreto regolatorio che uno liberalizzatore!

Del resto, anche sull’allargamento della vendita del tabacco, ci chiediamo quale sia il vantaggio per la collettività e l’economia del Paese estendere ulteriormente la vendita di un prodotto che ha il prezzo imposto per legge e su cui è vietata ogni forma di promozione o sconti. Per il consumatore non cambierà nulla. Che forse si tratti più che di una liberalizzazione, solo di uno scippo a nostro danno e a vantaggio di un’altra categoria?

Ma soprattutto ci chiediamo: perché ad ogni piè sospinto i media e i vari ministri della salute ci bombardano la testa, e non solo quella, con attacchi al fumo senza che poi nessuno batta ciglio quando è previsto l’allargamento della rete di vendita, nonostante sia in aperta violazione della Legge 78/2008 che, ratificando la convenzione dell’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) sul tabagismo, richiede che venga ridotta l’offerta di tabacco?

Per fortuna però c’è qualcuno che lo dice e non è certo l’ultimo venuto. È infatti l’ex Ministro della Salute Sirchia, che ha espressamente evidenziato che questa norma è vietata dall’OMS, dichiarando testualmente a Radio24: «Se il Governo porta i tabacchi nei distributori di benzina, va contro la convenzione OMS per il tabacco, che è per restringere il numero dei punti vendita».

Meno male che c’è qualcuno che ancora ha un pizzico di lucidità!

Che Sirchia sia un tecnico o un politico poco importa.

Certo sa quel che dice!

Giovanni Risso

La Voce del Tabaccaio

VDT numero 26 dell' anno 2024

Numero 26 dell'anno 2024

vedia altri numeri

Chi Siamo

La Federazione

Il gruppo FIT

x