Coronavirus
arianna formazione
Servizi in rete per te
Estrazione Tesseramento FIT 2020

Sosteniamoci: i soci raccolgono l’invito del Presidente della Cooperativa Giovanni Risso

"Ecomap è di tutti noi»: con questa frase il Presidente della Cooperativa Giovanni Risso ha concluso una sua lettera trasmessa a fine aprile a tutti i soci Ecomap.

Una frase semplice ma molto chiara, che in poche parole racchiudeva il motivo dell’invito lanciato ai soci ed espresso molto apertamente: «Sosteniamo Ecomap, oggi più che mai».

Questo messaggio è stato lanciato in concomitanza con l’invio del contributo annuale trasmesso da Ecomap ai propri soci.

Il rischio di risultare anacronistico era concreto, visto il momento così difficile che stiamo vivendo. Ma chi ha letto con attenzione le parole del Presidente ne ha anche capito il senso.

Perché in quella lettera erano espressi due concetti fondamentali:

• Ecomap non è stato, non è e non sarà mai insensibile all’emergenza ed ha attivato un importante programma di supporto assistenziale ed economico per tutti gli iscritti;

• contribuire al regolare funzionamento della Cooperativa è per il socio una sua necessità, perché Ecomap è parte integrante della propria attività.

Desideriamo approfondire quest’ultimo concetto perché è quello che merita più attenzione.

I soci che considerano Ecomap un fardello a cui pagare annualmente una tassa per lavorare, non hanno capito l’importanza dell’Ente a cui sono iscritti. Perché, lo ricordiamo, Ecomap ha portato avanti con regolarità tutte le proprie attività, prestando particolare attenzione ai servizi mutualistici, che si sono arricchiti di un importante programma di sostegno per i colleghi colpiti dal virus Covid-19.

Ecomap è un elemento fondamentale, irrinunciabile. Nostro.

È quello strumento che ci permette giornalmente di alzare le nostre saracinesche. Perché, senza le prestazioni della Cooperativa e, in primis, senza lo strumento della fideiussione (che è la prestazione principale), la maggior parte delle nostre attività resterebbe chiusa. Oggi ancor di più.

La fideiussione svolge un ruolo fondamentale per avere la liquidità necessaria a garantire i nostri servizi, senza doverla cercare nel sistema bancario.

Se non ci fossero le fideiussioni, i tabaccai dovrebbero anticipare tutti i futuri incassi, cosa praticamente impossibile e che porterebbe la categoria in sicuro default.

C’è chi vorrebbe pagare meno per ottenere le fideiussioni. C’è sempre chi vorrebbe pagare meno... è una richiesta naturale e comprensibile che ciascuno di noi fa, per qualunque cosa. O meglio... per quelle cose di cui non se ne comprende perfettamente il valore.

Ricordiamo che Ecomap è una Cooperativa senza fini di lucro.

Nel contributo richiesto ai soci c’è quanto necessario per il suo regolare funzionamento che, senza timore di essere smentiti, riteniamo essere sempre regolare, pronto ed efficiente. Quel contributo riesce a sostenere un sistema che garantisce agli iscritti tante altre prestazioni spesso trascurate.

Chiedete cosa pensano di Ecomap i tanti colleghi che hanno ricevuto anche 80mila euro per un grande intervento chirurgico quando non avevano i mezzi per sostenerlo, o che hanno un figlio che per anni ha vinto Borse di Studio e grazie a queste ha portato avanti il suo percorso scolastico... O pensiamo ai tanti colleghi che hanno ricevuto da Ecomap un grande sostegno economico e morale quando lo Stato era assente. Ci riferiamo ai colleghi de L’Aquila, di Genova o della zona di Amatrice...

Non parliamo di rarità, di soci privilegiati, non esistono figli e figliastri.

Ogni iscritto può ottenere questo stesso supporto, solo per il fatto di far parte della Cooperativa.

È quindi veramente plausibile pensare di voler pagare meno per sostenere questo sistema? Si può pensare di poter ottenere le fideiussioni che ci occorrono da altri soggetti a costi inferiori? È possibile cercare alternative, ma è giusto sapere che sono dalle 3 alle 4 volte più care. E non ci danno tutto il resto.

È giusto contribuire per la Cooperativa, sostenerla come dice il Presidente Risso. E i soci hanno colto l’invito, perché nella stragrande maggioranza hanno rispettato la scadenza della prima rata, nonostante, in alcuni casi, le comprensibili difficoltà.

Ecomap è parte integrante dell’attività di ogni tabaccaio. Ed è quello che il Presidente ha scritto: Ecomap è di tutti i soci. Tutto assolutamente vero.

Per questo il messaggio trasmesso nella lettera non poteva essere anacronistico. Perché nelle parole «sosteniamo Ecomap» in realtà si voleva dire questo: sosteniamoci attraverso Ecomap!

La Voce del Tabaccaio

VDT numero 29 dell' anno 2020

Numero 29 dell'anno 2020

vedia altri numeri