Coronavirus
arianna formazione
Servizi in rete per te

Dopo la Campania,successo FIT-STS anche in Basilicata superato il proibizionismo 

Dopo poche ore dal successo storico raggiunto in Campania, che ha sollevato i tabaccai ricevitori dall’applicazione del distanziometro (leggi qui la notizia completa), FIT e STS hanno portato a casa un altro grandissimo risultato. Nella serata di ieri, 10 febbraio, infatti, il Consiglio Regionale della Basilicata ha approvato le modifiche alla legge regionale sul gioco del 2014. 

Il risultato segue un intenso lavoro svolto, nei mesi scorsi, in prima linea dalla Federazione Italiana Tabaccai e il Sindacato Totoricevitori Sportivi fatto di innumerevoli incontri e documenti presentati. In particolare, sono fatte salve tutte le autorizzazioni all’installazione degli apparecchi da intrattenimento emanate prima dell’entrata in vigore della legge del 2014, eliminando di fatto la cancellazione della rete degli apparecchi che era scattata a dicembre 2016 per tutti gli apparecchi installati al di sotto dei 500 metri dai luoghi sensibili. Per le nuove installazioni, il distanziometro, dai 500 metri originariamente fissati, viene ridotto a 250 e 350 metri, per i comuni rispettivamente con popolazione minore o maggiore di 20.000 abitanti. Fatti salvi anche tutti i passaggi di titolarità.

 

Si tratta di un risultato storico perché per la prima volta una Regione che aveva di fatto eliminato un’intera rete regionale di raccolta del gioco, ritorna sui suoi passi regolamentando in maniera più ragionevole ed equilibrata la materia del gioco pubblico. Il risultato della Basilicata è analogo a quanto già ottenuto in Liguria, Toscana, Lombardia, Veneto, Umbria, Lazio, Molise e Puglia, oltre ovviamente a quanto portato a casa in Calabria e, da ieri, in Campania le due regioni che hanno escluso formalmente le tabaccherie dalle limitazioni. Ieri è stata una giornata memorabile: il fatto che a poche ore di distanza siano state approvate due leggi regionali, Campania e Basilicata, sulle quali la nostra Federazione ha speso tantissime energie, ci induce a un forte ottimismo sul futuro di tutte le altre regioni, dove stiamo lavorando instancabilmente e con passione, a tutela degli interessi della nostra categoria, per superare definitivamente i distanziometri, anche in quei pochi territori che ad oggi lo hanno già attuato. Il proibizionismo deve essere sconfitto, e noi, con il vostro sostegno, stiamo cambiando direzione.

La Voce del Tabaccaio

VDT numero 32 dell' anno 2020

Numero 32 dell'anno 2020

vedia altri numeri