Tabaccaio denunciato

Risso, FIT: “Rispetto della legge, ma più collaborazione con i genitori”  

Non posso che stigmatizzare il comportamento dei colleghi tabaccai che, vendendo sigarette ai minori, infrangono la legge. Una legge che mira alla lotta al fumo minorile e per la cui applicazione auspico una maggiore collaborazione tra tabaccai e genitori, i soli a cui spetta il compito primario di educare e sorvegliare i figli”.

Questo l’intervento di Giovanni Risso, Presidente Nazionale della Federazione Italiana Tabaccai, in merito alla recente denuncia, da parte di un genitore, di un tabaccaio di Giulianova, in provincia di Teramo, per aver venduto sigarette ad un minore.

La Federazione – continua Risso – è da sempre molto impegnata nel sensibilizzare la categoria al rispetto della legge che impone il divieto di vendita ai minori di sedici anni. I risultati di tanto lavoro ci confortano. I tabaccai, infatti, sono sempre più consapevoli della responsabilità sociale che deriva dall’essere la più grande rete di imprenditori al servizio dello Stato e del cittadino”.

Siamo consci di operare quotidianamente in un settore di vendita specifico ed assai delicato. Per questo, il rispetto delle regole, che è alla base del rapporto di fiducia tra lo Stato ed i tabaccai, suoi concessionari, è ancor più necessario nei confronti dei minori”. 

Fermo restando – conclude Risso – che fa più notizia chi infrange la legge piuttosto che chi la rispetta. Ma questo fa parte del gioco…”.

x