Tabaccaio ucciso a Roma

FIT: soddisfatti per condanna definitiva

 

 

La Federazione Italiana Tabaccai, l’associazione di categoria che rappresenta la quasi totalità delle rivendite di generi di monopolio in Italia, esprime soddisfazione per la condanna definitiva all’ergastolo di Andrea Sbaraglia che nell’aprile del 2004 uccise a Roma, durante un tentativo di rapina, il collega Maurizio Notargiacomo.

La FIT, che si era costituita parte civile, desidera ricordare che l’identificazione dello Sbaraglia fu possibile grazie ad una telecamera a circuito chiuso posizionata all’interno della tabaccheria. “Per questo motivo – dice il presidente Giovanni Risso – insistiamo con forza affinché lo Stato faciliti, attraverso sgravi fiscali e contributi, l’adozione di strumenti di sicurezza passiva”.

Plaudiamo al lavoro della magistratura – conclude Risso - e nella speranza che non si sia costretti a contare altri morti tra i colleghi, esprimiamo il nostro rinnovato cordoglio alla Famiglia Notargiacomo”.

 

x