Festival della Salute di Pietrasanta

“I tabaccai: la responsabilità di una Rete”

Risso: “Rispettiamo le regole, consapevoli del nostro ruolo sociale” 

Noi tabaccai sappiamo bene quanto importante sia il nostro ruolo sociale e quanto delicata la nostra posizione. Ecco perché stiamo collaborando da anni con le istituzioni preposte e con il Moige affinché tale consapevolezza e tale responsabilità siano comprese e condivise”.

Queste le parole di Giovanni Risso, Presidente della Federazione Italiana Tabaccai, in apertura della tavola rotonda “I tabaccai: la responsabilità di una Rete”, tenutasi nell’ambito del Festival della salute di Pietrasanta a cui sono intervenuti Antonio Affinita, Direttore generale del Moige ed Italo Volpe, Direttore Centrale Normativa a Contenzioso dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e moderata dall’editorialista Davide Giacalone.

Da parte nostra – ha detto Antonio Affinita, Direttore generale del Moige - Movimento Italiano genitori – continuiamo da tempo a sostenere l’importanza  di una stretta collaborazione tra genitori e tabaccai nel limitare l’accesso al fumo dei minori. Quel che davvero importa è che ognuno, a questo scopo, faccia quanto di suo dovere. A noi genitori spetta porre regole e dare ai nostri figli il buon esempio ed ai tabaccai negare sigarette a chi ha meno di 18 anni”.

In un contesto così delicato qual è la salvaguardia della salute dei più giovani– è intervenuto Italo Volpe, Direttore Centrale Normativa a Contenzioso dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli -  ogni estremismo è nocivo. Sarebbero, infatti, del tutto infruttuosi sia una liberalizzazione che renda l’accesso al fumo indiscriminato, sia il più stretto proibizionismo. Proprio per questo la rete delle tabaccherie è così importante, perché permette di tenere sotto controllo tanto l’origine del prodotto che l’accesso a questo del consumatore.

La Federazione Italiana Tabaccai – prosegue Risso – si è impegnata a diffondere tra l’intera categoria la consapevolezza della nostra responsabilità sociale e l’importanza del rispetto delle regole. Al punto tale che in poco più di due anni abbiamo già formato migliaia di tabaccai, di cui molti di nuova nomina.

Sono infatti convinto – conclude il Presidente Nazionale della FIT – che i tabaccai stiano sempre più maturando la coscienza dell’importanza del nostro ruolo nei confronti della società e del rispetto delle regole per la salvaguardia del nostro lavoro”.

 Lucca, 27 settembre 2013

 

x