DIRETTIVA TABACCO

4.000 tabaccai europei protestano a Bruxelles

 

Si è appena conclusa a Bruxelles la grande manifestazione di protesta che ha visto protagonisti quasi 4.000 tabaccai provenienti da tutta Europa contro la bozza di direttiva europea sui prodotti del tabacco, la cui adozione provocherebbe gravissimi danni ad un milione e mezzo di addetti ai lavori, di cui circa la metà sono tabaccai.

 “Tutelare la salute dei cittadini? A me sembra invece che la proposta della Commissione vada esattamente nella direzione opposta. Abbiamo manifestato le nostre preoccupazioni ma la Commissione non ci ha ascoltato. Invitiamo il Parlamento a mostrare la giusta sensibilità nei confronti di un settore vitale per l’economia europea, evitando l’adozione di misure inefficaci, dannose e controproducenti”.

E’ quanto ha dichiarato Giovanni Risso, Presidente della Confederazione Europea dei Dettaglianti del Tabacco e della Federazione Italiana Tabaccai, aggiungendo “Ci saremmo aspettati, invece, un maggior interesse a temi come prevenzione e informazione, le uniche strade percorribili per una efficace strategia di contrasto al tabagismo”.

 "Un particolare ringraziamento va ai 1.500 tabaccai italiani che hanno sfidato il rigore invernale di Bruxelles insieme ai loro colleghi europei a dimostrazione del fatto che le nostre preoccupazioni sono condivise dai 750mila tabaccai di tutta Europa”.

 “Non siamo comunque a Bruxelles soltanto per protestare – ha concluso Risso – ma anche per avanzare proposte concrete. Ci aspettiamo quindi un vero e costruttivo dialogo con le Istituzioni chiamate a decidere del nostro futuro”.

 Bruxelles, 22 gennaio 2013

x