Con le Fiamme Gialle contro il mercato illecito

cop 06 2017La Federazione Italiana Tabaccai e la Guardia di Finanza si sono coalizzate ancor di più contro il mercato illecito del tabacco.

Nei giorni scorsi infatti, il Capo di Stato Maggiore del Comando Generale della Guardia di Finanza, il Generale di Divisione Giuseppe Zafarana e il sottoscritto abbiamo siglato un importante protocollo d’intesa che rafforza la nostra collaborazione nella lotta al contrabbando e alla contraffazione di tabacchi lavorati.

In particolare, sosteniamo l’importante attività delle Fiamme Gialle fornendo loro, a titolo gratuito, un applicativo informatico che consente l’individuazione di quei siti internet che, sebbene apparentemente non sembrino dediti alla vendita on line di tabacchi, sono comunque sospettati di contrabbando.

Il mercato illecito dei tabacchi è in netta ripresa e più mezzi abbiamo a disposizione per combatterlo meglio è, soprattutto in regioni in cui criminalità organizzata e delinquenza comune fanno sentire il loro peso.

Contrabbando e contraffazione non solo depauperano la nostra redditività e il gettito erariale ma mettono a serio rischio la salute pubblica.

In questo scenario, le nostre tabaccherie sono e rimangono un importante punto di riferimento per la cittadinanza e, ancor di più nelle regioni in cui la criminalità è più radicata, vero presidio di legalità.

Ecco perché raccogliamo, facendolo nostro, l’invito che giunge alla categoria durante un importante incontro sul contrabbando tenutosi a Napoli tra magistratura, Forze dell’Ordine e FIT, affinché si dotino le rivendite di sistemi di videosorveglianza evoluti grazie ai quali, molto spesso, si riescono ad assicurare alla giustizia gli autori di furti e rapine.

Contrabbando e sicurezza sono questioni importanti su cui l’attenzione non deve mai venire meno. Per questo, le iniziative della Federazione a contrasto del mercato illecito ed a favore di una maggiore sicurezza in rivendita si moltiplicano, tanto a livello nazionale che locale.

Non mancheremo di tenervi informati, attraverso le pagine di questo giornale, su questa e altre iniziative avviate a Napoli.   


                                      Giovanni Risso

x