Roma, 14 giugno 2017: Assemblea Nazionale FIT

Il 14 giugno scorso presso il Marriott Park Hotel di Roma si è tenuta, come ogni anno, l’Assemblea Nazionale Ordinaria della Federazione Italiana Tabaccai.

L’incontro è stato incentrato sulle tematiche fondamentali per il futuro della categoria, approfondite attraverso la relazione del Presidente Nazionale FIT, Giovanni Risso, discusse e condivise con i presenti durante l’Assemblea.

Al tavolo dei relatori Giovanni Risso, Presidente Nazionale FIT, Mario Antonelli e Giovanni Catelli rispettivamente Vicepresidente Nazionale Vicario e Vicepresidente Nazionale FIT.

I lavori sono stati aperti con la relazione del Presidente Nazionale, Giovanni Risso, ai presenti.

GUARDA EDIZIONE SPECIALE TGFIT DEDICATA ALL'ASSEMBLEA NAZIONALE 2017

Il testo integrale di questo articolo è pubblicato su La Voce del Tabaccaio n. 23 del 19/06/2017

La relazione di Risso, che pubblichiamo interamente e che è stata approvata all’unanimità dall’Assemblea, ha illustrato alla platea il valore dei traguardi raggiunti in questi ultimi 10 anni dalla Federazione, il senso di tutti i percorsi seguiti per offrire alla categoria basi solide e ferme su cui lavorare ed ha annunciato gli obiettivi comuni futuri, nati dalle esigenze del mercato.

Risso ha sottolineato l’importanza che rivestono, in ogni progetto o iniziativa, sia l’impegno di tutti i colleghi che l’aggiornamento continuo sui temi d’interesse per i tabaccai ed ha ricordato quanto l’entusiasmo e la forza dimostrate fino ad oggi abbiano portato ai risultati sperati, permettendo a tutti di crescere e di affrontare con energia e spirito positivo le sfide del futuro.

È stata poi la volta di Salvatore Borgese, Direttore Generale di Banca 5, che ha ricordato i passaggi che hanno portato allo sviluppo e alla realizzazione della nuova banca, dall’acquisizione di Banca ITB da parte di Intesa Sanpaolo fino alla costituzione di Banca 5. Ha passato poi in rassegna quelli che sono oggi gli strumenti a disposizione dei tabaccai convenzionati con Banca 5, i primi prodotti offerti al pubblico (conti, carte, prestiti, assicurazioni e servizi), le attività svolte in partnership con FIT sul territorio tra cui gli incontri/eventi informativi, la formazione sulle potenzialità e sui prodotti di Banca 5, la diffusione dei contratti.

Infine ha sottolineato come la sinergia tra la Federazione Italiana Tabaccai e Intesa Sanpaolo abbia dato alla categoria nuove opportunità, nuovi servizi, nuovi clienti sul territorio creando un modello di banca unico in Europa, la prima banca di prossimità per il tabaccaio del futuro, il «tabaccaio 2.0».

Queste nuove opportunità sono state recepite con grande interesse dalla categoria, come è stato confermato da uno studio presentato proprio a seguito dell’intervento di Borgese. Alla domanda: «Come valutate l’acquisto di Banca ITB da parte di Intesa Sanpaolo?», i tabaccai hanno risposto positivamente, certi delle nuove possibilità di crescita nel panorama dei servizi al cliente.

La ricerca, davvero significativa per il nostro settore dal titolo «Studio sulla trasformazione della tabaccheria negli ultimi 30 anni», è stata condotta per FIT dalla Format Research, società guidata dal Prof. Pierluigi Ascani.

Da anni ormai la FIT e la Format Research collaborano per comprendere in profondità le dinamiche del sistema tabaccheria e la sua evoluzione. Al tal proposito da tempo è stato istituito un vero e proprio «Osservatorio sulle Tabaccherie» che analizza annualmente l’andamento delle rivendite, le loro principali attività, nonché il sentiment dei consumatori. Illustrata attraverso un video, è stata presentata durante l’Assemblea. La ricerca ha prima confrontato le reti territoriali di poste, banche, farmacie e tabaccherie, dimostrando come quest’ultime rappresentino la maggior parte della rete complessiva di presidi territoriali italiani per poi passare ad evidenziare, grazie a diverse interviste campione, la trasformazione del ruolo del tabaccaio all’interno della società.

Se inizialmente i clienti vedevano il tabaccaio come colui che vendeva le sigarette, i valori bollati e la tabaccheria come il luogo dove si giocava al Lotto, ora l’immagine del tabaccaio è più ampia.

Infatti, oltre a facilitare la vita dei cittadini grazie ai servizi erogati, il tabaccaio risulta essere un fulcro necessario alla comunità per assistenza e vicinanza al cliente.

Di grande interesse anche le iniziative proposte da Ecomap e presentate dal suo Direttore Generale, Ivo Mastrantonio.

La più importante sicuramente quella della previdenza complementare per i tabaccai, fiore all’occhiello di Ecomap, che prevede una contribuzione libera, l’adesione semplificata presso gli uffici FIT, il recesso anticipato in caso di cessione della licenza e risparmi sulle commissioni. Una previdenza complementare solida e sicura destinata a crescere in un terreno esclusivo, un prodotto ad hoc studiato per i tabaccai.

Tra le altre novità per i tabaccai «ALT», una grande opportunità per mettere in sicurezza la propria tabaccheria dai furti e dalle rapine. «ALT» è un sistema di videosorveglianza innovativo completamente all’avanguardia per tutto ciò che concerne la difesa passiva. Presenta moltissimi vantaggi a partire non solo dalle condizioni economiche di sicuro interesse, ma anche dalla possibilità di beneficiare del superammortamento del 140% previsto per l’acquisto di beni strumentali effettuati nel corso del 2017, oltre alle normali deduzioni dei costi d’impresa. 

È poi intervenuto Giorgio Pastorino, Presidente Nazionale del Sindacato Totoricevitori Sportivi, che ha spiegato la situazione attuale del settore gioco in Italia e sottolineato come, nonostante questo comparto sia spesso ostacolato dalla morsa degli enti locali, le tabaccherie mantengano sempre un ruolo centrale e di sicurezza per i cittadini e per lo Stato. Da sempre infatti i tabaccai garantiscono un gioco responsabile e controllato, un ruolo che sarà maggiormente evidente quando entreranno sul mercato le cosiddette AWPR che sostituiranno le attuali slot.

È stata poi la volta di Massimo Iannizzi, Direttore Commerciale SIR, il quale ha evidenziato la crescita della Rete Pos della Servizi in Rete che ogni settimana guadagna punti sul mercato. Tanti sono ancora i passi da fare, ma molti tabaccai hanno scelto di aderire al servizio per effettuare le ricariche in autonomia e costruire insieme una rete indipendente. Questo progetto è nato come una grande opportunità di crescita, una crescita non solo economica ma di posizionamento, di ruolo. I punti vendita che hanno aderito sono cresciuti e vanno tenuti e fidelizzati nella ricerca degli altri che aderiranno. È questo l’obiettivo, una rete forte.

Sono stati poi illustrati ed approvati all’unanimità dei presenti il Bilancio della Federazione, Consuntivo 2016 e Preventivo 2017.

Si è provveduto inoltre, alla presenza del notaio Mario Fea, all’elezione di un membro del Collegio dei Probiviri e per alzata di mano è stato eletto l’avv. Pietro Pomanti a cui vanno le congratulazioni della Federazione Italiana Tabaccai e de «La Voce del Tabaccaio».

Risso ha concluso i lavori ricordando l’importanza degli sforzi comuni per raggiungere gli obiettivi ampiamente discussi nell’incontro ed ha ringraziato la platea e tutti i tabaccai che sono impegnati, assieme alla Federazione, per un futuro migliore, un futuro pieno di sfide da affrontare e da vincere.

CERCA LA TABACCHERIA PIU' VICINA:

x